INTRODUZIONE

Sin dal 1980 numerose aree della Regione Campania sono state oggetto di sversamenti illegali di rifiuti pericolosi e/o tossici.
Dei 59 comuni coperti dal Registro Tumori della ASL Napoli 3 sud (1.170.000 abitanti) 34 Comuni ( 621.000 abitanti) sono stati inseriti nell’area a rischio.
Obiettivo dello studio è quantificare potenziali cluster tumorali a livello comunale, sub-comunale o intercomunale e valutarne l’associazione con la presenza di discariche illegali di rifiuti con diversa classe di rischio.

MATERIALI E METODI - 1 -

Il Registro Tumori georeferenzia, correntemente e sin dal 1997, l’intera popolazione di riferimento sui dati forniti, e annualmente aggiornati, dalle Anagrafi Comunali;
• Il periodo di riferimento dell’attuale studio è il 2008/2012, con una percentuale di georeferenzazione di periodo del 97,4%;
• Sono stati inoltre geolocalizzati ed inclusi nello studio, i siti si smaltimento illegali identificati nell’area dalla Commissione nazionale di studio;
• Ai fini delle analisi sono stati considerati l’insieme dei tumori incidenti nel periodo indagato (24.550 casi incidenti) e 13 diverse sedi topografiche: esofago, stomaco, fegato, vie biliari, polmone, mammella, testicolo, rene, vescica, encefalo, leucemie, LH, LNH.

USO DEI DATI DEI REGISTRI TUMORI PER STUDI DI EPIDEMIOLOGIA AMBIENTALE IN MICROAREE GEOGRAFICHE DELLA CAMPANIA