AGGIORNATO AL 30 APRILE 2020

1. Premessa e contesto scientifico

La conduzione di studi di epidemiologia ambientale risulta particolarmente complessa in relazione principalmente a due elementi di rilievo: numerosità delle variabili da tenere in considerazione e molteplicità delle competenze richieste; questo secondo aspetto rende indispensabile l’attivazione di collaborazioni scientifiche tra varie istituzioni e gruppi di ricerca finalizzate a condividere le diverse conoscenze e competenze specifiche in tale ambito. In relazione a ciò, sin dal 2008, il Registro Tumori della ASL Napoli 3 Sud ha attivato diverse collaborazioni con altre istituzioni scientifiche su progetti mirati:

 1.1 Il primo studio è stato condotto nel 2008 in collaborazione con il reparto di Epidemiologia ambientale dell’Istituto Superiore di Sanità ed i risultati sono stati pubblicati sugli Annales dell’ISS 2001-vol.47 in “Ecological studies of cancer incidence in an area interested by dumping waste sites in Campania (Italy)”-Fazzo, Fusco et al;

1.2 Dal 2011 al 2013 il Registro Tumori ha partecipato al gruppo di lavoro regionale per la realizzazione del “Progetto CCM 2009 – Valutazione epidemiologica dello stato di salute della popolazione esposta a processi di raccolta, trasformazione e smaltimento dei rifiuti nella Regione Campania”. A tale studio, finanziato dal ministero della salute - CCM, e coordinato dall’Osservatorio Epidemiologico Regionale della Campania hanno partecipato le Agenzie Regionali di Protezione Ambientale delle Regioni Emilia Romagna e Campania, l’Istituto Superiore di Sanità ed i Servizi di Epidemiologia delle AA.SS. LL. campane interessate. Il ruolo del Registro nell’ambito di tale gruppo di lavoro è stato quello di rendere disponibili i propri dati e condurre analisi relative alla incidenza oncologica e alla mortalità, generale e specifica per causa, dei Comuni compresi nell’area territoriale prevedibilmente esposta a possibili effetti delle attività del termovalorizzatore di Acerra; tale analisi, condotta “ex ante”, è stata riferita alla valutazione dello stato di salute della popolazione nel periodo che ha preceduto l’attivazione del termovalorizzatore; successivamente, al termine del primo decennio di attività dello stesso termovalorizzatore, anni 2009/2018, tali analisi verranno comparate con analoghe rilevazioni e valutazioni, condotte, “ex post”;  

1.3 Nel triennio 2012/2014 il Registro ha partecipato ad un Progetto nazionale di collaborazione scientifica tra l’Associazione Italiana Registri Tumori e l’Istituto Superiore di Sanità; il Registro della ASL Napoli 3 sud ha collaborato rendendo disponibili i propri dati di incidenza e l’attività di propri operatori all’interno del gruppo operativo appositamente costituito.

Obiettivi di tale progetto sono stati: 

  •  stimare l’incidenza dei tumori nei Siti di Interesse Nazionale per le bonifiche ( SIN) italiani dove operano Registri Tumori;
  •  Analizzare nelle stesse aree il profilo di incidenza dei tumori in età pediatrica (0-14 anni) e adolescenziale (15-19) anni;
  • Valutare i dati di incidenza in relazione ad una griglia di ipotesi eziologiche;
  • Contribuire alla stima dell’impatto sanitario nei siti inquinati, affiancando al dato di mortalità quello dell’incidenza oncologica;
  •  Contribuire all'individuazione delle priorità per gli interventi di risanamento ambientale.

Nell'ambito di tale gruppo nazionale di ricerca il Registro Tumori dell’ASL Napoli 3 sud ha coordinato un sottogruppo di lavoro su “Approcci metodologici innovativi nel campo della ricerca di epidemiologia ambientale”; tali approcci si riferiscono essenzialmente alla possibilità di stimare l’incidenza oncologica non solo per macroaree geografiche o ambiti comunali, ma per aree sub-comunali, fino al dettaglio delle particelle censuarie.

1.4 Collaborazioni scientifiche in atto Attualmente, sulla conduzione di studi di epidemiologia ambientale condotti dal Registro, è operativa una collaborazione scientifica con l’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale della Campania (ARPAC), l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno (IZSM), i Dipartimenti di Geologia e di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, il Dipartimento di Medicina Sperimentale dell'Università di Perugia, il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, l'Istituto Nazionale Tumori di Milano, l'Istituto Nazionale Tumori di Genova. Inoltre, nell’ambito del Coordinamento Regionale del Registro Tumori della Campania, è in atto una intensa sinergia scientifica con il Registro Regionale dei Tumori Infantili, finalizzata alla implementazione di studi specifici per la fascia di età 0/19 anni. 

STUDI DI EPIDEMIOLOGIA AMBIENTALE CONDOTTI DAL REGISTRO TUMORI DELL’ASL NAPOLI 3 SUD